ARCHIVIO SPETTACOLI




"TUTTO E' BENE QUEL CHE FINISCE BENE"


di William Shakespeare
tradotto e diretto da Marco Ghelardi

con


Barbara Alesse   
Sebastiano Bottari        
Lucio De Francesco        
Mauro Parrinello           
Sarah Pesca                     


scene e costumi Elena Greco
light designer Gabriele Guatti
assistente alla regia Simona Schito
organizzazione Sara Ravetta

(foto di Patrizia Lanna)


Cinque attori in scena presentano la storia che andranno a raccontare sollecitando il pubblico allĺuso dellĺimmaginazione. La scena Ŕ semplice e essenziale, evoca e non descrive ci˛ che le parole di Shakespeare raccontano giÓ con minuzia di particolari.
A Rossiglione, Elena Ŕ triste per la partenza di Bertram e decide di raggiungerlo in Francia presentandosi come guaritrice del Re afflitto da una fistola. Elena, figlia e custode delle conoscenze del noto medico Gerard di Narbona, lo guarisce e il Re, riconoscente, realizza il suo desiderio di sposare Bertram. Il giovane, dopo essere stato costretto a maritarsi, decide di scappare a Firenze per andare in guerra al fianco del Duca.

Bertram ordina a Elena di tornare a Rossiglione  dove la giovane riceve la lettera dello sposo, il quale le dichiara che mai giacerÓ con lei e che non sarÓ mai sua moglie se non porterÓ in grembo suo figlio e al dito lĺanello da cui lui non si separa mai. Elena, disperata, decide di partire per un pellegrinaggio, durante il quale approda a Firenze: lÓ conosce Diana, di cui Bertram si Ŕ invaghito. La giovane fiorentina, una volta appreso che il Conte Bertram Ŕ giÓ sposato, decide di aiutare Elena: si farÓ dare lĺanello da Bertram per poi attirarlo a casa e lasciare a Elena il posto nel talamo. 
Intanto, il pavido parassita Parole, sempre a fianco di Bertram, svela la propria identitÓ di traditore.
Bertram, ignaro di aver giaciuto con la moglie, rischia di subire lĺira del Re che teme che la sua salvatrice sia stata uccisa. Ma ben presto la trama si dipana ed Elena in persona, con indosso lĺanello del marito e in grembo suo figlio, reclamerÓ lĺamore di Bertram.


 




 

Versione senza grafica
Versione PDF


<<<  Torna alla pagina precedente


© Salamander 2017 - P.IVA/C.F 01421170091
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.